Facebook nella giornata di ieri ha attivato WhatsApp Status anche in Italia.

Come dicevo in un precedente articolo, Status è la copia della funzione Stories, precedentemente integrata in Instagram e Facebook (Snapchat…).

Cosa cambia?

Lo stato di WhatsApp, che precedentemente era una singola frase, viene ora eliminato. Viene aggiunta una nuova finestra dove poter visualizzare e creare un nuovo stato.
Come avviene con Stories è possibile realizzare più stati al giorno, ognuno della durata di 24 ore. Anche in questo caso sarà possibile vedere chi ha visualizzato il nostro aggiornamento.

Cosa c’è da sapere?

WhatsApp Status è attivo automaticamente in modalità privacy “I miei contatti”, ciò significa che tutti i numeri che abbiamo in rubrica visualizzeranno il nostro stato. Se uno dei contatti non ha il nostro numero in rubrica, visualizzerà comunque l’immagine con il numero al posto del nome.
La privacy è modificabile direttamente dal menù presente nella pagina storie (la modifica non è retroattiva).

WhatsApp Status Privacy

Cosa ci aspetta?

Questa ennesima integrazione, dopo la già criticata di Stories in Facebook, non è stata accolta bene da molti utenti. Qualcuno parla già di un futuro sistema pubblicitario abbinato.
Molto più probabile è invece l’intenzione, del colosso californiano, di abituare gli utenti ad applicazioni simili per poi effettuarne l’unione. Lo sdoppiamento tra Messenger e WhatsApp ha sempre meno senso e la possibile fusione potrebbe essere sempre più vicina.